ULTIMI ARTICOLI

Pubblicato in Tutti gli articoli | Lascia un commento

Speciale Materiavera #01: Bertronic, Keim, Ligno Trend

Cosa significa sostenibilità nel mondo dell’ufficio? Considerando che si passa mediamente un terzo del proprio tempo nel luogo di lavoro, è importante conoscere quali siano gli effetti sulla salute provocati dai materiali con cui sono costruiti gli spazi e gli arredi che ci circondano ogni giorno. Ma non è tutto: qual è l’impatto ambientale dei materiali scelti? Esistono alternative valide ai materiali tradizionali, in termini di performance?
Cerchiamo le risposte in questa rubrica curata dalla materioteca e centro di consulenze specializzato in materiali sostenibili → Materiavera.


[a cura di Maria Elisabetta Tonali]
Selezioni del mese:



Vairus Air
Bertronic
 
Saremmo sorpresi dai risultati rilevati da semplicissimi sensori della qualità dell’aria indoor nei nostri luoghi di lavoro. Se prendessimo l’abitudine di misurare la qualità dell’aria potremmo evitare molti problemi di salute legati a concentrazioni di inquinanti e di elementi patogeni che vi si trovano. La soluzione migliore è la ventilazione, ma non sempre si ha la fortuna di soggiornare in un posto chiuso dove è stato installato un impianto.
Per risolvere situazioni critiche, Vairus Air di Bertronic è un apparecchio per la depurazione dell’aria che non richiede particolari installazioni: ne è addirittura stata pensata una versione portatile, da tavolo, che ognuno può portare con sé in ufficio. Questo dispositivo consente di distruggere il 99,9% degli agenti patogeni presenti nell’aria, come batteri, virus, VOC, lieviti e muffe.
Il sistema di depurazione si basa sull’ossidazione fotocatalitica generata dal biossido di titanio attivato da led UV-A. Le molecole inquinanti vengono degradate e distrutte, senza produzione di ozono. L’aria non viene filtrata meccanicamente ma i patogeni vengono distrutti da strati di celle ceramiche, evitando quindi pericolosi accumuli di patogeni e sostituzioni di filtri. In ambienti dove è già presente un impianto di aerazione forzata, è sufficiente un apparecchio Vairus Air ogni 150 mq.
Il dispositivo è molto versatile anche dal punto di vista estetico, disponibile in varie versioni, da parete o soffitto, incasso e da appoggio. È integrabile con illuminazione a binario ed è comandabile dall’app Casambi, che consente anche il controllo degli indicatori della qualità dell’aria.
Progettato e prodotto in Italia, Vairus Air ha vinto l’Archiproducts Design Awards 2020 grazie all’innovazione tecnologica e al suo design.



Innostar
Keim
 
La normativa impone che le etichette delle pitture riportino il loro contenuto di Composti Organici Volatili (VOC). Ma una cosa è il contenuto dei VOC nel prodotto, ben altro è il loro quantitativo rilasciato nell’aria una volta che la pittura è stesa e si asciuga, e questo dipende dagli ingredienti con cui è realizzata.
Innostar di Keim è una pittura murale ecologica che si basa su materie prime naturali, non contiene ingredienti problematici come solventi, plastificanti, additivi, biocidi o conservanti che potrebbero essere rilasciati nell’ambiente. I silicati che la compongono ne garantiscono lunga durata, stabilità cromatica e sicurezza per le persone e per l’ambiente. La sua elevata traspirabilità consente di ottenere un effetto regolatore dell’umidità relativa dell’ambiente, e di conseguenza contribuisce a garantire un comfort ideale. Infine, l’alto grado di copertura determina una resa elevata e quindi un minor impiego di materiale.
Innostar possiede il certificato NaturePlus il quale identifica i prodotti da costruzione che rispondono a requisiti molto severi di salubrità, impatto sul clima e sull’ambiente. Inoltre, è dotato di Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD), che consente migliori punteggi in caso di applicazione di protocolli come LEED o Casaclima, ma soprattutto che permette di dimostrare la conformità ai Criteri Ambientali Minimi.
In definitiva si tratta di un materiale del tutto atossico e addirittura in grado di migliorare il clima indoor. Un suggerimento: è tecnicamente impossibile che una pittura non contenga VOC; pertanto, è bene diffidare da tutti quei prodotti che si dichiarano VOC-free.



Ligno Akustik
Ligno Trend
 
Nel biophilic design uno degli elementi della progettazione è il clima acustico dello spazio. Il benessere passa anche attraverso la modulazione delle onde sonore, che hanno un impatto elevato sulle performance lavorative. Uno studio dell’Università di Sidney ha evidenziato come al primo posto tra le cause che rendono insoddisfacenti i luoghi di lavoro ci sia la mancanza di privacy sonora, e al quarto posto il livello troppo alto di rumore.
Una alternativa sostenibile e di alto profilo estetico sono i pannelli acustici Ligno Akustik di Ligno Trend. Questi pannelli possono essere installati sia a soffitto che a parete, per creare vere e proprie isole acustiche fonoassorbenti. Sono realizzati completamente in legno lamellare incrociato certificato, e possono essere forniti grezzi o pretrattati con finiture atossiche. Nello spessore dei pannelli è inserita della fibra di legno che funge da assorbitore acustico, anch’essa non trattata e senza collanti. I trattamenti ignifughi, quando necessari, sono a loro volta certificati atossici e senza emissioni. Queste caratteristiche di salubrità e atossicità certificata hanno permesso di ottenere la severissima certificazione Nature Plus.
Il formato e la leggerezza li rende molto maneggevoli e quindi comodi nella posa, che può essere effettuata anche in sostituzione di vecchi pannelli acustici ammalorati o realizzati con materie tossiche. I fissaggi con clip o viti sono invisibili. L’aspetto dei pannelli può variare a seconda del tipo di rumore da “trattare”. Ligno Trend offre al progettista un servizio di calcolo della correzione acustica personalizzata, che è data dalla combinazione della larghezza delle lamelle in legno e dalla larghezza delle fessure tra le lamelle.


[gennaio 2022]

 → Archivio Materiavera su Office Observer 


M.E.%20TonaliMaria Elisabetta Tonali
Architetto con una specializzazione come paesaggista, da oltre 20 anni si occupa di sostenibilità strategica ed è esperta in materiali sostenibili. Ha fondato Materiavera nel 2004, materials library unica per la sua raccolta di materiali ecocompatibili innovativi. Offre consulenze a progettisti e designer per lo sviluppo di progetti sostenibili e biophilic oltre che per la scelta dei materiali, e alle aziende che intendono percorrere una vera transizione verso la sostenibilità. → Materiavera


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.


 [ TAG: sostenibilità ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Guest Blogger, N.B., Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

RadioDesign. La musica che il design ha attraversato #10: Andrea D’Antrassi

RadioDesign è un progetto di Office Observer prodotto da Danilo Premoli e Stefano Lazzari.

RadioDesign di Office Observer invita periodicamente un progettista, o un imprenditore, o un critico, a svelare la sua personale colonna sonora e a compilare un elenco di sette titoli raccolti in una playlist su Spotify che può essere ascoltata liberamente. Ogni mese un incontro con gli autori invitati e il successivo podcast, che verrà pubblicato su Office Observer, metterà a confronto le diverse esperienze ed emozioni generate dai titoli scelti.

RadioDesign Office Observer

La playlist su Spotify di
Andrea D’Antrassi

Nel 2005 l’editore Guanda pubblica un almanacco magistralmente curato da Ranieri Polese: “La musica cha abbiamo attraversato” (il volume si può scaricare in pdf a questo link). È una raccolta di testi e ricordi di scrittori, esperti, testimoni, tra i quali Wim Wenders, Nick Hornby, Carlo Lucarelli, Niccolò Ammaniti, della musica che gira intorno a loro: un ritmo sincopato di appunti e di suoni, i primi inevitabilmente influenzati dai secondi.

Buon ascolto!


 BE INSPIRED → RadioDesign Office Observer 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

Pubblicato in Guest Blogger, Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Selezione Web: Dal sito Fondazione Eni Enrico Mattei

→ Archivio SELEZIONE WEB

 
Il blog Office Observer presenta nella rubrica SELEZIONE WEB un articolo con il link attivo per la lettura alla pagina del testo originale. Da non perdere!


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Selezione Web ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La natura diventa arte e dialoga con l’architettura

Immersa nella campagna veneta, la sede di Bios Line è pensata e costruita come la trasposizione in architettura della filosofia dell’azienda: materiali naturali come il legno, il bambù e il sughero si sposano con il rigore tecnologico dell’acciaio e del cemento, creando un’immagine definita dalla geometria delle linee.


“Verde ovunque – illustra l’art director Maurizio Dall’Anese -: nelle tinte leggere, nei giardini e nelle piante ornamentali che arricchiscono gli interni. Verde anche nel rapporto con l’ambiente: Bios Line ha infatti installato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia pulita, che permette di ridurre le emissioni di circa 36 tonnellate di CO2 all’anno. E aderisce inoltre ad Impatto Zero, un progetto di LifeGate che ha l’obiettivo di compensare l’emissione di CO2 dell’azienda con la creazione di nuove foreste”.

Oggi Bios Line promuove un concorso per l’ideazione e la realizzazione di una installazione site specific che possa essere rappresentativa del tema “La Natura diventa Arte” e che, nel rispetto della filosofia aziendale, sia compatibile con l’ambiente e realizzata con materiali a vocazione naturale e ecosostenibili. L’installazione, che sarà posizionata outdoor nel giardino di fronte alla sede dell’azienda, a Ponte San Nicolò Padova, nel corso del 2022, dopo che una selezione da parte di curatori e critici d’arte avrà valutato tutte le proposte, è la dimostrazione della visione dell’azienda per la quale l’arte, oltre ad essere strumento di comunicazione e testimonianza dell’impegno ambientale, è esperienza da condividere poiché influisce positivamente anche sulla sensazione di benessere.

Bios Line ha scelto di collaborare con l’associazione culturale MoCA (Modern Contemporary Art) per la gestione del concorso: MoCA, che da quindici anni organizza l’Arte Laguna Prize a Venezia, può contare su una rete internazionale di migliaia di artisti, soprattutto emergenti, che insieme costituiscono uno degli scenari più ampi e completi del mondo dell’arte contemporanea. Nelle intenzioni di Bios Line questo primo progetto potrebbe costituire la base per interessanti, future collaborazioni con il mondo dell’arte e quindi la realizzazione di nuove opere da collocare in azienda in un ideale percorso artistico ricco di significati.

Info termini e modalità di partecipazione al link: → Concorso Bios Line.

 

→ #Speciale REAL ESTATE
 
Gli ultimi articoli 2022 pubblicati sul sito RE² (Requadro), testata indipendente di riferimento del mondo immobiliare nella rubrica ARCHITETTURA curata da OFFICE OBSERVER | Danilo Premoli

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.


 [ TAG: progettazione ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Libro della Settimana: Doppia accelerazione [January 13, 2022 at 10:00AM]

→ Archivio LIBRO DELLA SETTIMANA

 
La rubrica Libro della Settimana del blog Office Observer | Danilo Premoli propone in home page un volume da non perdere, con il link diretto alla scheda di presentazione sul sito dell’editore.
 
La segnalazione di un nuovo titolo sarà online tra sette giorni.


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: recensioni ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Design della Settimana selezionato nella rubrica Prodotti: WallPepper WP/Acoustic [January 12, 2022 at 10:00AM]

→ Archivio PRODOTTI

 
Design della Settimana scelto da Office Observer | Danilo Premoli. Una nuova segnalazione sarà online tra sette giorni. Da non perdere!


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: prodotti ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in N.B., Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Guest Blogger: Paolo Donati

[testo di Paolo Donati]

Il green office​ come generatore di cambiamento

Per trovare una risposta alla domanda “Cosa vuol dire abitare oggi il lavoro?” dobbiamo tornare per un attimo al senso del termine “lavoro”. Per trovare che siamo stati sempre abituati a pensarlo come un concetto giuridicamente e socialmente ancorato ai precisi confini legati a “spazio” e “tempo”. Pensiamo per esempio alla nostra postazione di lavoro (assegnata sia in termini di spazio che di tempo), piuttosto che all’orario di lavoro o alla separazione (o bilanciamento) tra questo e la vita privata. Se dividere per definire o analizzare, controllare e retribuire è stato per anni il senso industriale del lavoro, tutti sappiamo ormai però che con il massiccio uso della tecnologia i tempi e gli spazi del lavoro si sono avvicinati fino a fondersi in quei modi che oggi non presentano più confini netti.

Per reagire a questi scenari, anche grazie alle nuove tecnologie molte organizzazioni hanno cominciato così a trasformare anche il concetto di workplace. E di conseguenza i nuovi habitat lavorativi hanno visto sorgere spazi ibridi in cui la mobilità tecnologica e il concetto di collaborazione sono al centro di “interni” creati in modo speculare agli “esterni”. Così fondendo tutti quei grandi e piccoli confini che ci eravamo abituati a creare, a casa come in ufficio per catalogare ciò che stava “dentro” e ciò che stava “fuori”.

Per arrivare a scoprire che come nel più ampio climate change è meglio “vestirsi a cipolla” anche negli arredi. In altre parole: fondere gli spazi indoor con quelli outdoor non è solo una sottrazione matematica sui costi o un’operazione addizionale di arredo ma molto più dinamicamente un adattamento culturale che ben si sposa con il “new way of living”!

Anche gli smart office moderni sono sempre più ideati attorno a un mix ibrido tra dentro e fuori. Pensiamo ad esempio a tutte quelle interessanti soluzioni biofiliche che vedono la natura entrare al lavoro grazie a sale riunioni arredate con green idroponico o a locali comuni con giardini zen o giochi d’acqua. Ma pensiamo anche a tutte quelle altre soluzioni in cui gli uffici diventano habitat multiformi che escono all’aria aperta grazie a roof office, cortili o orti aziendali simili ai famosi giardini pensili di Babilonia o ai tetti giardino ideati da Le Corbusier: non è un caso che anche per il famoso architetto svizzero “l’esterno è sempre un interno”.

Paolo Donati
Istud Business School, 2020

Al di là del vantaggio funzionale o estetico insito in tali soluzioni, la commistione tra interni ed esterni può essere un segno della sempre più crescente attenzione ai temi della sostenibilità. Ma aprire gli spazi (anche con i vetri e le trasparenze) non significa solo contribuire a pulire naturalmente l’aria, ma anche attivamente sanare l’habitat e i suoi abitanti dall’iperconnessione tecnologica a cui lo smart worker può essere soggetto. Considerando poi che l’uomo è un animale sociale, abbattere le barriere tra indoor ed outdoor può anche aiutare chi lavora a tornare nel nostro elemento sociale naturale.

Di più: pensare a uffici verdi e sostenibili significa aprire le menti, uscire dagli abituali schemi routinari. Se il business di oggi richiede di essere sempre più veloci e adattivi, come possiamo pensare culturalmente di incoraggiare il cambiamento lasciando le persone “chiuse” nei confini dei loro spazi assegnati e/o nella rigidità dei loro orari o addirittura delle loro specifiche job description? Ed è forse in questo aspetto che dobbiamo vedere il green come un alleato nel processo di change management.
[gennaio 2022]


Paolo Donati
Con un’ampia esperienza di vita e professionale all’estero, Paolo Donati ha lavorato per quindici anni come HR manager in diversi contesti multinazionali dopo aver conseguito una laurea in Giurisprudenza e un master in Gestione del personale. Attualmente è consulente e trainer in ambito Risorse Umane e membro della Faculty di Istud Business School nonché professore a contratto presso l’Università Iulm di Milano.


 → Archivio Office Observer Guest Blogger 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Guest Blogger]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Guest Blogger, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

RadioDesign. La musica che il design ha attraversato #09: Ming Li

RadioDesign è un progetto di Office Observer prodotto da Danilo Premoli e Stefano Lazzari.

Nel 2005 l’editore Guanda pubblica un almanacco magistralmente curato da Ranieri Polese: “La musica cha abbiamo attraversato” (il volume si può scaricare in pdf a questo link). È una raccolta di testi e ricordi di scrittori, esperti, testimoni, tra i quali Wim Wenders, Nick Hornby, Carlo Lucarelli, Niccolò Ammaniti, della musica che gira intorno a loro: un ritmo sincopato di appunti e di suoni, i primi inevitabilmente influenzati dai secondi.

RadioDesign Office Observer

La playlist su Spotify di
Ming Li

RadioDesign di Office Observer invita periodicamente un progettista, o un imprenditore, o un critico, a svelare la sua personale colonna sonora e a compilare un elenco di sette titoli raccolti in una playlist su Spotify che può essere ascoltata liberamente. Ogni mese un incontro con gli autori invitati e il successivo podcast, che verrà pubblicato su Office Observer, metterà a confronto le diverse esperienze ed emozioni generate dai titoli scelti.

Buon ascolto!


 BE INSPIRED → RadioDesign Office Observer 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

Pubblicato in Guest Blogger, Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Progetto: Gonzalesz Haaze Architects per BAM Berlino

→ Archivio PROGETTI
→ Archivio VIDEO

 
Il blog Office Observer | Danilo Premoli pubblica nella → rubrica PROGETTO/LINKCHAT una selezione dei più importanti uffici realizzati nel mondo, presentati direttamente dagli autori, siano grandi studi o singoli progettisti di valore, su incarico di multinazionali o di piccole aziende. Le segnalazioni: office interior, workplace, creative office, smart working, vengono poi raccolte periodicamente in una serie di → video che restituiscono lo stato dell’arte dell’office design internazionale.


This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Progetto/Linkchat ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in N.B., Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Esseri Urbani premiati al New European Bauhaus

Delle dieci diverse categorie introdotte per gli esempi esistenti o per le idee e i concetti nuovi che esprimono i valori del New European Bauhaus (e ne ispireranno la realizzazione), quella dedicata alla “Mobilitazione della cultura, delle arti e delle comunità” precisava: “Cerchiamo esempi che illustrino l’impatto delle arti sulla costruzione sostenibile delle comunità. Può trattarsi di eventi, festival o spettacoli culturali che riuniscono le comunità; oppure possono essere esempi di narrazione a sostegno dell’inclusione sociale e del Green Deal, o attività di trasformazione incentrate sulle arti e sulla cultura, che contribuiscono a generare coesione sociale e a sviluppare un sentimento comune di titolarità dello spazio”.


Questa categoria ha visto la selezione del progetto italiano “Esseri urbani. The other side of the art” a cui è stato assegnato un contributo di 30.000 euro. Le candidature che soddisfacevano i criteri di ammissibilità sono state pubblicate online per la votazione pubblica. I partner dell’iniziativa del New European Bauhaus hanno valutato i tre progetti più votati per categoria in ciascuna sezione e un comitato di valutazione, composto da rappresentanti dei servizi della Commissione europea, ha supervisionato l’intero processo.

Usando l’arte contemporanea come strumento per stimolare la rigenerazione urbana e sociale, “Esseri Urbani” propone al pubblico il lavoro di artisti emergenti nel corso di mostre gratuite all’aperto. Queste includono contenuti multimediali aggiuntivi a cui si può accedere utilizzando i codici QR. Il primo festival di “Esseri Urbani”, con il titolo “Zootopia” si è svolto nel 2019 per le strade di Locorotondo (Bari), mentre l’edizione 2021 “Eterotopia” ha avuto luogo a Noci (Bari).

Ciascun evento è calibrato sulle specificità locali e intende sviluppare l’accesso alla cultura, il turismo sostenibile e l’occupazione. Gli attori sociali ed economici sono coinvolti nella pianificazione e una speciale cura è dedicata a coinvolgere i residenti e i visitatori, in particolare bambini, adolescenti e disabili. Il progetto è un’occasione per creare una connessione tra comunità, paesaggi e architettura locale tramite l’espressione artistica contemporanea.

 

→ #Speciale REAL ESTATE
 
Gli ultimi articoli 2022 pubblicati sul sito RE² (Requadro), testata indipendente di riferimento del mondo immobiliare nella rubrica ARCHITETTURA curata da OFFICE OBSERVER | Danilo Premoli

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.


 [ TAG: progettazione ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Pubblicato in Lifelong Learning, Tutti gli articoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento