Appello per il Palazzo INA di Piero Bottoni a Milano

Il Politecnico di Milano attraverso la Scuola di Architettura, Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni promuove un appello per richiedere la tutela ai sensi dell’art. 10 comma 3 lettera d) del D.Lgs. 42/2004 del “Palazzo INA”, situato in corso Sempione 33 a Milano, opera dell’architetto Piero Bottoni (foto Matteo Cirenei).


I firmatari dell’appello invitano a porre con urgenza la massima attenzione al significato del “Palazzo INA” per il patrimonio culturale italiano: le semplificazioni amministrative legate al Bonus 110% spingono a chiedere di tutelare l’opera di Piero Bottoni, un bene importante per la storia della città di Milano e per la cultura architettonica italiana del Novecento. L’incentivo del Bonus 110%, infatti, potrebbe portare ad un intervento di sostituzione del rivestimento e di relativa coibentazione con cappotto in alcune parti, intervento che potrebbe danneggiare irreversibilmente una testimonianza così significativa della storia urbana e architettonica della città. La richiesta è di avviare un procedimento di dichiarazione dell’interesse culturale ai sensi del D.Lgs. 42/2004.

La grande lama bianca si dispone perpendicolarmente al boulevard dell’asse del Sempione: la dimensione eccezionale e la scala urbana che impone il suo inserimento nella città ne fanno un riferimento visivo protagonista per l’intero contesto e la funzione residenziale ne risolve il disegno architettonico con il ritmo della misura umana. Le due differenti soluzioni dei lunghi fronti principali raccontano una apertura verso il cuore della città e un’immagine più “turrita” per chi arriva da fuori.

L’edificio, ancora oggi perfettamente conservato, è una testimonianza fisica unica del contesto culturale di una stagione del Novecento in cui arti, architettura e urbanistica sposavano con efficacia un ruolo sociale nella formazione della città che si concretizzava fin nei dettagli costruttivi e nella raffinatezza dei particolari materici e rappresenta un segno forte nello skyline della Milano contemporanea. Nello stesso tempo si presenta come un elemento inconfondibile di quel tratto di corso Sempione, che vede in sequenza il Palazzo della RAI di Gio Ponti, il Palazzo INA, la casa Rustici di Pietro Lingeri e Giuseppe Terragni e il Palazzo Vespa della Piaggio di Luigi Vietti. Oltre alla sua fortuna critica, che lo vede pubblicato in molte prestigiose riviste dell’epoca e come opera principale nei testi sull’architettura moderna italiana e a Milano, è oggetto di opere monografiche e si trova pubblicato sia sul Portale Nazionale dell’Architettura del Secondo Novecento del MiBACT come “opera di eccellenza”, sia sul portale dei Beni Culturali della Regione Lombardia.

Promuovono l’appello i docenti firmatari della Scuola di Architettura, Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano e della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Milano; aderiscono all’appello docenti firmatari di altre università, rappresentanti di Istituzioni nazionali e internazionali e protagonisti della cultura architettonica internazionale.

→ Per firmare l’appello.
 

→ #Speciale REAL ESTATE
 
Gli ultimi articoli 2022 pubblicati sul sito RE² (Requadro), testata indipendente di riferimento del mondo immobiliare nella rubrica ARCHITETTURA curata da OFFICE OBSERVER | Danilo Premoli

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.


 [ TAG: progettazione ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Informazioni su DP

http://www.danilopremoli.tk/
Questa voce è stata pubblicata in Lifelong Learning, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...