SPECIALE: Office Observer incontra Michele Falcone nuovo presidente Femb

Dopo alcuni anni riprende le redini di Femb: in questi anni il “sistema ufficio” è molto cambiato, sia nei prodotti che nei progetti che nel vissuto. Quali sono le sue proposte sul ruolo di Femb alla luce di questi cambiamenti?
Sono passati otto anni dalla mia passata presidenza di Femb e devo dire, in effetti, che per un verso lo scenario è abbastanza cambiato, in relazione alle nuove modalità di utilizzo degli spazi ufficio, sempre più orientato all’ambiente domestico e all’interazione. Per contro, invece, trovo che non siano state ancora risolte alcune necessità più datate, quali la protezione acustica o la regolabilità in altezza della scrivania. La Federazione potrà assumere un ruolo da protagonista nel supportare tutte le istanze della filiera a Bruxelles, ma credo fermamente che possa al contempo rappresentare da riferimento per utenti e professionisti.

Quali saranno i rapporti o le proposte di Femb verso i mercati extraeuropei, quello cinese sopra tutti?
La Federazione guarderà con interesse alle relazioni con i mercati extraeuropei, ma se il dialogo con Stati Uniti è, da sempre, stato più facile e proficuo, ritengo che quello con la Cina sia ancora da sviluppare. La priorità attuale, come focus del mio mandato, comunque permane l’Europa, che a mio avviso ancora deve conquistarsi un ruolo da protagonista con gli interlocutori appena citati.

Da sempre la tecnologia riveste un ruolo fondamentale nei nuovi spazi di lavoro: quali confronti ci saranno tra Femb e il mondo ICT?
Esiste un particolare fermento nel mondo ufficio in relazione al mondo IOT che peraltro offre ancora ampi spazi di libertà e sviluppo. La nostra grande sfida, ma anche opportunità, ritengo possa essere aiutare le imprese a trasferire all’utente finale le possibili funzioni di interazione che facilitano l’utilizzo dei prodotti, che oggi sono ancora troppo legate al marketing di promozione, piuttosto che ad un reale utilizzo.

Femb e progettisti: quali rapporti? Diretti verso i grandi studi o verso le associazioni o gli ordini professionali?
Una delle priorità del mio programma è appunto la facilitazione dei rapporti di networking con la comunità degli architetti nei Paesi membri. Le Associazioni e i Consigli Nazionali saranno gli interlocutori primari di una comunicazione speriamo utile ad amplificare la conoscenza di temi molto importanti per il settore quali ad esempio la sostenibilità ambientale e certificazione Level, oppure il benessere del lavoratore, che include il rapporto con malattie muscoloscheletriche o l’utilizzo ergonomico delle postazioni lavoro. Sono fermamente convinto che la condivisione di informazioni e conoscenza relative al mondo dell’ufficio con i professionisti possa solo portare benefici al settore e all’utilizzatore finale. Un interscambio costruttivo potrà certamente portare miglioramenti reciproci, ma mi auguro anche possa limitare imprecisioni o richieste irrealizzabili.

Come immagina l’ufficio alla scadenza del suo mandato, cioè cosa le sta più a cuore del suo programma di presidenza?
Il primo obiettivo del mio programma è sicuramente concludere l’iter di approvazione ed implementazione della certificazione europea Level, iniziato durante il mio mandato del 2010. Sono certo che tale programma, realizzato impiegando in nove anni un numero significativo di ore lavoro di tecnici, rappresentanti di aziende, enti di certificazione sia un ottimo riferimento per il settore pubblico che con fatica oggi cerca di districarsi tra requisiti normativi diversi. Questa certificazione è immediatamente implementabile in quanto già testata e funzionante. È mancato a mio avviso finora il modo di portare questo importante risultato a Bruxelles, che sono sicuro accoglierà con soddisfazione uno strumento per fare ordine tra i vari marchi locali sostenibili ed elevare la qualità dei prodotti e delle aziende in Europa. Il settore ufficio potrà così dimostrare quanto non abbia bisogno di moti di sensibilizzazione giovanile per contribuire alla sostenibilità, ma sia già virtuoso di suo.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: Lifelong Learning ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Guest Blogger, Lifelong Learning, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...