Curtain wall e flessibilità

SPG_Ginevra_Giovanni VaccariniProgettata dallo studio Giovanni Vaccarini Architetti, la nuova sede della SPG Société Privée de Gérance di Ginevra è un edificio ad alta efficienza energetica che ha nel disegno della facciata l’elemento generatore. La struttura del complesso consiste principalmente in uno scheletro di pilastri e lastre di cemento armato su cui sono appesi gli elementi che compongono la parete prefabbricata e che disegnano la facciata a doppia pelle. Lo strato interno è definito da finestre di tipo tradizionale, che garantiscono isolamento termico e acustico ad alte prestazioni; lo strato esterno, invece, a una distanza di 30 cm, è costituito da vetro temprato, stampato internamente e incollato con un silicone strutturale ai telai, in parte fissi e in parte in rotazione verticale. I pannelli in vetro, grazie alla stampa a serigrafia puntinata che coprono l’80% della superficie, agiscono come un brise soleil, garantendo trasparenza e visibilità. Il sistema consente da una parte di ventilare naturalmente l’involucro, dall’altra costituisce uno scudo contro la radiazione solare. I pannelli mobili ed elettronicamente controllati possono essere ruotati sul loro asse verticale da una cerniera centrale e il loro movimento è regolato da sensori di luce posizionati sulla facciata. L’insieme offre la possibilità di spostare il sistema di ventilazione sul perimetro esterno dell’edificio e quindi consente di svuotare i controsoffitti di ogni piano dalla maggior parte delle tubazioni di grandi dimensioni. La divisione della facciata in moduli prefabbricati, allineati lungo una banda orizzontale, offre massima flessibilità nella disposizione delle partizioni interne, consentendo di posizionare un muro ogni 1,5 metri.

Questo tipo di scelta è spiegato dalle esigenze di flessibilità di distribuzione dello spazio interno di un edificio per uffici progettato per il leasing futuro: la diffusione di un nuovo tipo di client, una delle grandi imprese di sviluppo, che costruisce edifici di grandi dimensioni, crea una distanza tra gli attori del processo di progettazione, la costruzione e gli utenti finali, con le loro specifiche esigenze di distribuzione. Questo fatto ha influito necessariamente sulle scelte progettuali e tecnologiche dell’edificio.

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

SEGUI IL BLOG VIA EMAIL: per restare aggiornati sui settori ufficio e contract è possibile ricevere gratuitamente in anteprima nella propria casella di posta le notizie pubblicate sul blog: basta compilare con il proprio indirizzo email il form a questo link.

 [ TAG: architettura ]

 [ ultimi articoli pubblicati ]

Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Tutti gli articoli, N.B. e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...