Cer-Stile 2015: i nostri appunti

[dal nostro inviato speciale Davide Vercelli]

Per la seconda volta mi ritrovo ospite di Office Observer | Danilo Premoli, che ringrazio per l’occasione che mi offre, come Guest Blogger inviato speciale. Devo, vorrei, raccontare l’esperienza progettuale e umana di Cer-Stile, evento annuale e mostra cultural/commerciale di Cersaie 2015. Ho io stesso difficoltà a classificare ed esporre senza ricorrere a circonlocuzioni quello che il nostro progetto, mio e di Angelo Dall’Aglio, oramai rappresenta. Per farlo mi piace pensare alla sua genesi e a quella stramba idea che tre anni fa esposi alla direzione di Cersaie. Laddove i regolamenti generali di una fiera vietano di concentrare in un unico spazio più aziende chiesi invece di poter aggregare attorno ad un progetto unitario una molteplicità di marchi trasversali e complementari a creare un unico percorso che accompagnasse il visitatore in un’esperienza espositiva inusuale per una fiera. Nacque “Aggregati”, rappresentazione di una spa diffusa che utilizzava ed esponeva, contestualizzandoli, i prodotti di una ventina di aziende che allora raccolsi tra i miei clienti e tra le conoscenze più strette che il mio lavoro mi aveva permesso di stringere. Fu un successo e una sorpresa per tutti: un possibile nuovo modo di fare fiera, fresco e felice, senza precedenti, destabilizzante per certi versi ma ricco di aspettative e di promesse.

Devo in tutto questo ringraziare Promos, che lo rese possibile e mi offri l’anno successivo uno spazio quasi decuplicato e la possibilità di collaborare e costruire un percorso a quattro mani con Angelo Dall’Aglio, che da allora divenne l’altra metà creativa dei due successivi eventi: Cer-Sea, lo scorso anno, Cer-Stile l’evento di pochi mesi fa. Mi piacerebbe con queste poche righe condividere la fase concettuale e progettuale del nostro lavoro nella convinzione che possa essere una chiave di lettura diversa. Il tema che abbiamo scelto, il viaggio, è innanzi tutto un tema introspettivo e molto personale. Ognuno di noi, a vari livelli, è un viaggiatore fisico o virtuale, da Chatwin a Pirandello (il ragioniere Belluca de “Il treno ha fischiato”); possiamo attraversare tutte le varianti dell’avventura da quella estrema, fisica, a quella vissuta solo di fantasia, ma non per questo meno importante. Si voleva che il nostro fosse un viaggio fisico spaziale e temporale, quindi da rappresentare, ma anche intimo e sensoriale.

elucubrazioni, ragionamenti,
progetti, ipotesi, disegni,
spinte in avanti, rallentamenti,
euforia e stanchezze abissali

Come esportare questo concetto, amalgamandolo con le necessità di realizzare un allestimento di quasi 2.000 mq, dovendo inserirei i prodotti di oltre settanta aziende, alcuni disegnati apposta per l’occasione, rispettando le singole autonomie, e un budget prefissato, è stato il tema di quasi sei mesi di elucubrazioni, ragionamenti, progetti, ipotesi, disegni, spinte in avanti e drammatici rallentamenti, momenti di euforia e stanchezze abissali, notti insonni e chilometri consumati in autostrada. Sei mesi di stretta collaborazione, sebbene a distanza, perché la sorte ci ha fornito la capacità reciproca di intenderci con uno sguardo e di non avere mai visioni troppo distanti sulle modalità di conduzione del progetto. Sei mesi d’interazione e confronto con tutte le persone di Promos e Interpromex che ci hanno affiancato e senza le quali Cer-Stile non sarebbe esistito. Infine un ultimo fatidico mese, quello di settembre, passato all’interno del padiglione, all’inizio vuoto, ad assistere e dirigere la costruzione del nostro progetto.

Un giorno dopo l’altro a verificare che tutto funzionasse, che la posizione degli impianti fosse quella corretta, che l’acqua scorresse e le pompe girassero, che le luci fossero quelle giuste e garantissero l’effetto voluto, che le backlight fossero efficaci, i video d’impatto e tutti gli arredi imprimessero all’allestimento il mood voluto. Un’infinità di variabili, di ore uomo, di risorse e di pensieri che si concretizzano, da potenza diventano atto, carne, fisicità. La domenica precedente l’apertura, all’una e mezza di notte a inserire le legende e respirare, finalmente, l’aria della compiutezza. Il giorno appresso si sarebbe aperto il sipario su quella che è stata in termini di partecipazione, visibilità e successo una settimana pazzesca.
[novembre 2015]

 → Office Observer Guest Blogger 

This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License
Lascia un commento

[ design ]

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Guest Blogger, N.B., Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...