Guest Blogger: Piuarch

[testo di Piuarch]

Importanza della certificazione Leed nel progettare ambienti per uffici

La certificazione Leed ha la caratteristica di non affrontare solo gli aspetti energetici e climatici di un edificio, ma verifica la sostenibilità anche dal punto di vista della distribuzione funzionale e dei servizi forniti alle persone che vivono l’edificio. Un ambiente di lavoro è confortevole non solo se riesce a garantire agli occupanti il giusto benessere termoigrometrico garantito dalla qualità dei materiali che lo compongo, ma anche dalla sua posizione nella città e dai servizi comuni che ospita.

uffici raggiungibili
tramite pista ciclabile

L’alta qualità di uno spazio è legata al tempo che si impiega per raggiungerlo, ai mezzi di trasporto che consente di utilizzare con comodità ed alla vicinanza delle aree di verde pubblico. Leed attribuisce un alto punteggio ad edifici per uffici che consentono di essere raggiunti comodamente tramite una pista ciclabile, che hanno al loro interno parcheggi per bici al coperto per i dipendenti ed aree spogliatoio collegate tanto al deposito quanto alla lobby di accesso. Vengono premiati gli edifici dove non solo il flusso delle persone ma anche il flusso delle cose, compresi i rifiuti, seguono percorsi ottimizzati.

valorizzazione delle aree,
risparmio idrico,
rendimento energetico,
selezione dei materiali,
qualità dell’ambiente interno,
innovazione

Leed promuove un metodo di certificazione del sistema edificio che si basa su sei zone chiave: valorizzazione delle aree fabbricabili, risparmio idrico, rendimento energetico, selezione dei materiali, qualità dell’ambiente interno ed innovazione. In generale la certificazione Leed di un edificio affronta le tematiche chiave attraverso una strategia di sostenibilità che coinvolge tutte le fasi di vita del progetto. Nella fattispecie degli edifici per uffici assume un’importanza rilevante l’aspetto legato alla fruizione dello spazio da parte dell’utilizzatore principale. Questo si traduce non solo nell’adozione degli accorgimenti legati al risparmio energetico, ma in particolar modo nella ricerca di soluzioni che aumentino il comfort per il futuro fruitore del complesso e riducano i costi di gestione. Quindi oltre agli aspetti legati alla scelta opportuna di materiali riciclabili e localmente reperibili ed ai classici accorgimenti più propriamente legati all’efficienza energetica dell’edificio, la certificazione Leed richiede che uno spazio per uffici venga pensato ottimizzando i flussi delle persone che vi lavorano, la qualità dell’ambiente di lavoro, dei servizi e delle attività comuni.

Piuarch ha avuto l’occasione di confrontarsi con questi temi al massimo grado nel caso della progettazione dell’edificio “Onda Bianca” su piazza Gae Aulenti, all’interno del progetto più ampio di edifici di Porta Nuova a Milano. In questo caso, sia il committente, Hines, che lo studio che ha eseguito il masterplan hanno posto obiettivi ambiziosi dal punto di vista della sostenibilità dei progetti. Così, gli edifici del complesso Porta Nuova raggiungono una certificazione Leed anche per la loro localizzazione strategica e per le soluzioni adottate al fine di consentire ai fruitori del complesso di raggiungere il proprio ufficio evitando l’utilizzo di auto. L’area del masterplan è collocata nelle vicinanza di numerosi hub della rete di trasporti ed è dotata di un ampio percorso pedonale e di una pista ciclabile. Ogni edificio per uffici ha un proprio parcheggio coperto per biciclette direttamente collegato ad un’area di spogliatoi e servizi igienici a loro volta collegati internamente alla lobby d’ingresso. Inoltre sono previste aree attigue agli spazi per uffici dedicate a servizi comuni quali la palestra, aree relax e asili aziendali.

Al fine di rendere l’ambiente di lavoro confortevole è stato progettato l’utilizzo di luce naturale per almeno il 90% degli spazi di lavoro: nonostante non sia richiesto dalla normativa si è cercato di privilegiare l’utilizzo dell’aerazione naturale e di spazi aperti o almeno l’adozione di un sistema di immissione dell’aria esterna filtrata di almeno 10l/s a persona.
[dicembre 2014]


PiuarchPiuarch
Francesco Fresa, Germán Fuenmayor, Gino Garbellini e Monica Tricario fondano Piuarch nel 1996. Oggi lo studio è formato da quaranta tra architetti e ingegneri provenienti da ogni parte del mondo, guidati dai quattro partner e da undici associati. Un collettivo caratterizzato da una peculiare autonomia espressiva che non si esprime attraverso uno stile univoco, bensì con la capacità di interpretare lo spazio in modo sempre originale: avere al proprio centro l’analisi del contesto.
Lo studio si trova a Milano, in Brera. I progetti spaziano dal recupero di aree industriali alle boutiques per la moda, dai complessi residenziali e per uffici fino a piani urbanistici.
Piuarch è stato insignito del premio “Architetto Italiano 2013”.


 Office Observer Guest Blogger 

 
This opera is licensed under a Creative Commons Attribution – NonCommercial – NoDerivs 3.0 Unported License

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Guest Blogger, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...