Droni, architettura, poesia

Siamo ormai abituati a considerare i droni un prodotto della contemporaneità. Trovano impiego in diversi ambiti: dai droni-reporter ai droni-corriere, dai droni-militare ai droni-giocattolo.
Tra i molti segnaliamo il progetto realizzato da Expo Milano 2015 e Telecom Italia per seguire, attraverso l’utilizzo dei droni, l’avanzamento dei lavori nel cantiere del sito espositivo: l’appuntamento “Belvedere in città” prevede una ricognizione ogni settimana.
Da non perdere anche il video di Francesca Molteni (7:34) realizzato per la mostra “Vico Magistretti. Architetture in posa“, Fondazione Magistretti a Milano fino al 19 dicembre.
Ma non poteva essere che il Cirque du Soleil a dare un’interpretazione poetica dei droni, utilizzandoli in un corto, intitolato Sparked, dove l’attore “dialoga” con le macchine in una coreografia realizzata in tempo reale, non in postproduzione, sincronizzando, con un programma appositamente elaborato, i movimenti tra uomo e macchine. Enjoy!

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Lifelong Learning, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...