L’architettura molecolare di Nervi

Nervi_architettura_molecolareFino al 29 settembre il Castello di Masnago a Varese ospita la mostra “Pier Luigi Nervi. L’architettura molecolare” dedicata al grande ingegnere strutturalista che ha cambiato l’architettura del dopoguerra. Nervi, laureato al Politecnico di Bologna, è stato fra i primi ad approfondire la teoria del comportamento del cemento armato, materiale agli esordi per il suo tempo, e lo ha fatto con la sperimentazione e la ricerca. A lui si devono le prime intuizioni circa l’importanza della prefabbricazione industriale e l’applicazione dei risultati dei suoi studi alle sue opere più famose e straordinariamente attuali.

La mostra ne mette in luce, attraverso fotografie e progetti, la complessa attività che si manifesta in molteplici aspetti che vanno dall’ideazione alla realizzazione. Tra le opere più famose: il Palazzo di Torino Esposizioni, lo stadio Flaminio e il Palazzo dello Sport a Roma, la Cartiera Burgo a Mantova, la Sala Nervi in Vaticano. La mostra è stata prodotta e organizzata dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Varese e dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese con la collaborazione del Comune di Varese, Provincia di Varese, Agenzia del Turismo della Provincia di Varese, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Camera di Commercio di Varese, Ance Varese.
Info e orari: Castello di Masnago tel. 0332.820409; www.varesecultura.it

Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Lifelong Learning, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...