SaloneUfficio 2013: le aspettative. Parte 9

Quali sono le aspettative per il prossimo SaloneUfficio 2013?
Online i primi pareri delle aziende: Dieffebi e Humanscale, che seguono i contributi dei progettisti e quelli di tutti i membri del Direttivo di Assufficio, che commentano il videointervento di Jean Nouvel.

Dieffebi (08.03.2013)
Dieffebi prevede la presenza al SaloneUfficio con le novità già introdotte ad Orgatec 2012 e altre totalmente inedite; sarà inoltre probabile una collaborazione con altre aziende complementari per creare un’offerta integrata, adatta ad un ambiente di lavoro flessibile, attuale e positivo, dove il colore costituisce un forte elemento di personalizzazione. Per un’azienda focalizzata su un segmento specifico come Dieffebi, la partecipazione alla manifestazione fieristica ha come obiettivi primari quelli di ampliare i canali di distribuzione e di consolidare il proprio ruolo di interlocutore per il contract, grazie alla sua capacità di elaborare progetti speciali e di produrre qualità a prezzi competitivi. Ci attendiamo quindi un’affluenza importante da parte di visitatori internazionali con l’obiettivo di aprire opportunità di business in nuovi mercati, non solo in Europa, ma soprattutto in quei Paesi extra-europei che offrono maggiori potenzialità di crescita per le imprese italiane.

Humanscale (08.03.2013)
L’obiettivo principale della nostra presenza al SaloneUfficio 2013 è aumentare la visibilità e la diffusione delle nostre collezioni: “Lighting”, lampade da lavoro led di ultima generazione, oltre alle più note seating e strumenti ergonomici, in particolare, le varie tipologie di bracci porta video, i tavoli regolabili in altezza e i purificatori d’aria. Per quanto riferito al mercato italiano, meno consolidato rispetto a quello internazionale, vogliamo cogliere l’opportunità di organizzare una più ampia rete di rivenditori autorizzati e intensificare i rapporti di collaborazione con i progettisti. Promuovere quindi, anche in Italia, una configurazione appropriata dei nuovi uffici ma, soprattutto, invitare gli interlocutori a pensare anche ai milioni di addetti che utilizzano scrivanie di concezione superata da cui possono derivare situazioni lavorative non completamente confortevoli che aumentano, in modo considerevole, il rischio di stati di affaticamento e minor rendimento. Situazioni alle quali si può porre rimedio con un investimento economico minimo a beneficio del lavoratore, della sua salute, del suo rendimento, favorendo anche un consistente risparmio energetico.

PROGETTISTI

ASSUFFICIO

AZIENDE

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Guest Blogger, N.B., Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...