Affitti uffici “a stanza”

Affittasi_ufficioSecondo un’analisi compiuta da Immobiliare.it, il numero di famiglie che decidono di affittare una porzione dell’immobile in cui esse stesse vivono è cresciuto nell’ultimo anno del 14%: “L’affitto sta cambiando profondamente – dice Carlo Giordano, ad del portale di annunci compravendita e affitto – e se prima veniva messo in locazione l’intero appartamento, da dividere magari tra più studenti o lavoratori, oggi il 26% delle offerte di affitto è rappresentato da singole stanze all’interno dell’abitazione del proprietario”.
Ma la crisi ha fatto emergere una nuova tendenza, perché il fenomeno degli affitti parziali non si limita solo al mercato residenziale, ma è anzi ancora più marcato nel settore degli uffici: “Nell’ultimo anno – sempre da dati di Immobiliare.it – l’offerta di stanze di uffici a terzi è più che raddoppiata”. A concedere in locazione stanze ad uso ufficio sono soprattutto imprenditori o piccole società che, per ragioni diverse (soprattutto per riduzione del personale), ritengono di avere spazi disponibili all’interno della loro sede e li offrono, quasi sempre arredati, ad altri imprenditori o freelance. Si punta, così, a sinergie di spazi (sale riunioni o aree break), di tecnologie (wireless, stampanti o server) o di personale (receptionist, pulizie), con il fine ultimo di avere per tutti una riduzione dei costi operativi.

Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Economia, N.B., Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Affitti uffici “a stanza”

  1. paola vergani ha detto:

    Buon giorno, proprio sulla base di questi ultimi dati, e comunque ormai da alcuni anni, vedo crescere “cattedrali di vetro e cemento” ad uso uffici in zone urbane che sostanzialmente non offrono servizi tali da far prendere in considerazione lo spostamento delle sedi aziendali, e maggiomente sempre con lo stesso concetto di costruzione.
    Ritengo invece che potenziare i nuovi insediamenti con strutture di nuova concezione proprio in funzione delle nuove esigenze sia assolutamente necessario; si costruisce sempre allo stesso modo invece di pensare a spazi con infrastrutture per le aree in condivisione, e qui parlo sia del terziario che del residenziale.
    Pochissimi sono le realizzazioni in cui una sala riunioni, una mensa, aree comuni sono condivisi in una una struttura con più aziende, ulteriormente a livello residenziale pochissimi sono presenti sul nostro territorio.
    Bisogna sforzarsi di cambiare per non occupare ancora spazio a discapito della natura e del poco territorio a nostra disposizione per poi ritrovarsi sempre con gli stessi problemi.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...