Orgatec 2012: la parola ai produttori

Orgatec 2012 ha visto 622 aziende coinvolte provenienti da 35 Paesi; 50.000 operatori specializzati da 123 Paesi hanno visitato il Salone internazionale per l’ufficio e le strutture del terziario. Office Observer è Media Partner di Orgatec e pubblica i pareri raccolti dagli organizzatori del salone di Colonia, che hanno chiesto ad alcuni protagonisti del mercato italiano presenti di fare il punto sulla manifestazione e sul tipo di visitatori che hanno incontrato.

Alberto De Zan di Dieffebi: “Questa edizione ci ha lasciato una buona impressione, con più contatti che nel 2010. Abbiamo riscontrato una maggiore fiducia in generale da parte del mercato e la fiera rimane la migliore del settore, dà da sperare in una debole ripresa. Facendo un bilancio, direi è stato importante esserci. Abbiamo avuto modo di incontrare visitatori provenienti sia da Paesi dell’UE, sia extra Europa ed erano in generale molto qualificati”.

Rossana Melegari di Methis: “Orgatec si conferma la fiera di riferimento internazionale per l’architettura dell’ambiente di lavoro, che vede finalmente l’ufficio come un progetto integrato che comprende i diversi sub-sistemi dell’edificio, le pareti interne, l’arredamento, la tecnologia, la luce, il comfort acustico e ambientale. I nostri sistemi parete hanno riscosso apprezzamenti da parte dei dealer esteri e dei visitatori in generale, ci possiamo quindi ritenere soddisfatti della numerosità e della qualità dei contatti. La provenienza geografica dei visitatori che abbiamo incontrato rispecchia l’andamento dell’economia mondiale, perché abbiamo riscontrato un calo di presenze dai mercati europei colpiti dalla crisi e invece molte presenze da mercati emergenti quali la Russia, l’India o in generale l’estremo Oriente. Il profilo dei visitatori ha spaziato dalla categoria dealer ai progettisti fino ad arrivare a qualche cliente finale”.

Vittorio Veggetti di Citterio: “Abbiamo trovato una fiera aperta, attiva, con novità di prodotto interessanti. Considerato il periodo, il bilancio è senz’altro positivo. Abbiamo incontrato visitatori provenienti per la maggior parte dai paesi emergenti, molto pochi però dall’Italia o dall’Europa Occidentale”.

Giuliano Mosconi di Tecno: “Tecno è tornata ad Orgatec dopo circa 10 anni di assenza, quindi è difficile dare un giudizio comparato rispetto i periodi precedenti. Riteniamo però che rimanga la manifestazione più completa nel settore dell’ufficio sul mercato europeo. Dovevamo ripresentare il progetto aziendale e pensiamo di essere riusciti a rappresentare la nuova direzione dell’azienda sia nel settore specifico di mobili per ufficio che nel settore della postazione di lavoro temporanea e in generale dell’home office. Abbiamo incontrato operatori professionali soprattutto dell’area di lingua tedesca con buon riscontro di operatori dai paesi dell’est Europa e in particolare russi”.

Massimo Stella di Estel: “In questa edizione abbiamo riscontrato buoni contatti. Abbiamo avuto clienti esteri importanti, soprattutto dal Medio Oriente, Australia, Nuova Zelanda e Sud America. I visitatori erano sempre di livello molto alto. Orgatec si è dimostrata una occasione di comunicazione importante per noi. Penso che abbiamo avuto buone possibilità di essere percepiti come azienda di riferimento per la qualità dei prodotti e per le soluzioni di ingegnerizzazione”.

Edy Maso di Kastel: “Abbiamo avuto un buon riscontro dai clienti già acquisiti, ma anche dai clienti ancora da acquisire. Quindi si è riscontrato un mix di elementi positivi. I visitatori provenivano essenzialmente dall’Europa e dal Medio Oriente, pochi dall’Africa, dagli Usa, pochissimi dall’Italia. Una buona risposta invece, nonostante tutto, dall’Europa Occidentale”.

Francesco Frezza di Bralco: “Edizione positiva e contatti qualificati per noi. Forse c’è stata una piccola contrazione di afflusso soprattutto dall’estero, ma i contatti sono stati di livello più alto. Orgatec ha risposto alle nostre aspettative e abbiamo ottenuto quello che ci aspettavamo”.

Ivan Petrovich di Martex: “Siamo molto soddisfatti, Orgatec regge bene. Il dato più interessante che abbiamo registrato è quello relativo alle numerose visite da importanti studi di architettura e in generale i visitatori provenivano dal centro Europa (Francia, Belgio, Olanda), dal Medio Oriente, Polonia, India e Stati Uniti”.

Dario Marcato di La Palma: “Orgatec è andata bene, è stata un’edizione molto positiva, per noi più delle ultime edizioni. Abbiamo registrato un afflusso trasversale di visitatori, con un po’ di sofferenza forse dall’Estremo Oriente. Siamo molto contenti, abbiamo avuto un consenso unanime e i visitatori erano molto qualificati, tanto che abbiamo ricevuto anche la visita di molti progettisti”.

Alessandro Cia di Quadrifoglio: “Orgatec rimane l’unica esposizione veramente tecnica del settore ufficio. C’era un certo fermento e una buona attenzione nei confronti delle aziende. Abbiamo anche riscontrato una certa volontà da parte delle aziende di ritornare a Orgatec. I visitatori sono stati più qualificati del solito, abbiamo incontrato per esempio buyer di gruppi internazionali importanti”.

Bettina Pudwell di Emu: “Per noi è stata la prima partecipazione e l’impressione è stata positiva. Abbiamo avuto un buon riscontro e i visitatori erano tutti specialisti nel settore, soprattutto contract”.

Federica Poidomani di Icf: “Orgatec continua ad essere la più importante fiera del settore, organizzata in modo eccellente; il livello degli espositori è ugualmente ottimo, così come quello dei visitatori”.

Dvo Della Valentina Office: “Abbiamo riscontrato un incremento di visite interessanti rispetto al 2010: Colonia rimane l’unico riferimento davvero valido, in cui è possibile incontrare visitatori di qualità e in cui si fa effettivamente business”.

Monica Pedrali di Pedrali: “Anche in questa edizione Orgatec ha confermato il suo ruolo di palcoscenico privilegiato per entrare in contatto con i professionisti del settore arredo office e contract. Durante i cinque giorni di esposizione abbiamo riscontrato un afflusso costante di rivenditori, architetti e designer provenienti sia dall’Europa che dai Paesi extra UE. Attraverso lo stand progettato dallo studio Migliore+Servetto Architetti Associati abbiamo presentato le novità di prodotto che rispondono alle necessità degli uffici moderni. Sedie, poltrone, sistemi modulari di sedute, tavoli e sgabelli dedicati alle aree accoglienza, sale riunioni, aree aperte per incontri e scambi rapidi di informazioni, spazi relax e ristoranti aziendali”.

Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in N.B., Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Orgatec 2012: la parola ai produttori

  1. Pingback: OFFICE OBSERVER Danilo Premoli

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...