Le Corbusier al Maxxi

LeCorbusier_MaxxiL’Italia di Le Corbusier
Maxxi Roma
18.10.2012 – 17.02.2013
a cura di Marida Talamona

La mostra illustra i significati e i ruoli dell’Italia nella formazione artistica e nella concezione architettonica di Le Corbusier ripercorrendo il mutare dei punti di vista e degli interessi con i quali l’artista (pittore, architetto e scultore) guarda alla cultura italiana nel corso della sua vita, sin dalla prima giovinezza.
Seguendo un filo cronologico e tematico al tempo stesso, il progetto espositivo prende le mosse dall’importanza dell’Italia nella formazione del giovane Charles-Edouard Jeanneret che, negli anni tra il 1907 e il 1923, compie quattro successivi viaggi nel nostro Paese cercando di comprendere dapprima la fisionomia delle grandi culture artistiche, dal tardo-antico al Rinascimento, e poi lo spirito costruttivo della civiltà romana.

Sono anche presentate le occasioni progettuali più concrete che hanno coinvolto Le Corbusier in Italia nel secondo dopoguerra ossia i progetti per il Nuovo Ospedale di Venezia e per il Centro Calcolo Olivetti a Rho, entrambi non realizzati anche a causa della scomparsa dell’architetto nel 1965. Questi rappresentano importanti testimonianze della poetica architettonica degli ultimi anni della carriera lecorbusieriana, rese quanto mai vive dai disegni e dai modelli originali.

Info +39 06 39967350 e sito ufficiale della mostra.

Annunci

Informazioni su DP

http://dpremoli.appspot.com/
Questa voce è stata pubblicata in Lifelong Learning, Tutti gli articoli e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Vuoi lasciare un commento a questo articolo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...